Parmigiano Reggiano Academy

La punta della lingua batte sulla superficie granulosa del formaggio. E l’estasi ha inizio. Parmigiano Reggiano Academy è la prima esperienza di formazione sensoriale sul Web. L’idea nasce dal Consorzio di tutela del Parmigiano Reggiano.

Grazie a Parmigiano Reggiano Academy puoi scoprire le caratteristiche sensoriali del Parmigiano Reggiano con le minilezioni multimediali disponibili dal 14 febbraio nel sito del Consorzio. La prima parte del corso è dedicata alla degustazione.

E così scopriamo che il Parmigiano Reggiano non si taglia, ma si scaglia; che il suo colore sfuma dal giallo paglierino intenso, per le stagionature più lunghe, al giallo lieve tipico del formaggio più giovane; o che quei piccoli granuli bianchi visibili ad occhio nudo su ogni scaglia di Parmigiano si chiamano cristalli di tirosina e che la loro presenza, più o meno frequente, indica la maturazione del prodotto.

Una volta assaggiata la prima scaglia di Parmigiano Reggiano, soffermati sulle sue caratteristiche: l’elasticità e la durezza, la friabilità e la solubilità. Prova le diverse stagionature di Parmigiano e concentrati sulle differenze: a seconda della maturazione del formaggio, le qualità differiscono sensibilmente. A questo punto puoi rispondere alle cinque domande del quiz per fregiarti del titolo di Palato Raffinato e della coccarda, la prima di tre. Non resta che provare!

Lambrusco Otello: dalla scodella al calice, una storia di successi firmata Cantine Ceci

in Vini dei Colli di Parma

A volte i grandi successi nascono per caso, o quasi. Un giorno di tanti anni fa Otello Ceci, vignaiolo della Bassa Parmense, iniziò a servire nella sua trattoria avvolta dalle brume autunnali culatelli, salami e un Lambrusco che presto gli valse una fama clamorosa. Erano gli anni Trenta del secolo scorso e bere il Lambrusco [...]

Leggi l’articolo completo →

Il Parmigiano Reggiano originale: come riconoscerlo e come diffidare delle imitazioni

in Parmigiano Reggiano

Ci sono formaggi e formaggi. Il Parmigiano Reggiano gode di una fama internazionale, certamente meritata ma non priva di qualche controindicazione. Non a caso, si dice spesso che il Parmigiano Reggiano sia il più imitato al mondo. Esistono tante imitazioni, una per ogni Paese: Parmesan, Regianito, Parmesao, Parmezan… Il Parmigiano Reggiano, quello vero, a Denominazione [...]

Leggi l’articolo completo →

Le stagionature del Grana Padano: come scegliere quella giusta

in Grana Padano

Il Grana Padano è un formaggio DOP buono perché realizzato solo con il latte munto da bovini italiani in allevamenti controllati ogni giorno. Il Grana Padano è buono perché tutta la filiera di produzione è al naturale: nessun organismo geneticamente modificato né sostanze di origine industriale. Il Grana Padano è buono perché è garantito dal [...]

Leggi l’articolo completo →

Dall’isolamento alla marchiatura: come nasce il Prosciutto di Parma

in Prosciutto di Parma

L’origine di un prodotto tipico così buono e prezioso non può che essere nobile e lenta. La lavorazione delle cosce di maiale per ottenere il vero Prosciutto di Parma prevede dieci passaggi. Eccoli in dettaglio: 1. Isolamento La scelta degli animali da avviare alla macellazione è rigorosa. Il maiale deve provenire dagli allevamenti di dieci [...]

Leggi l’articolo completo →

Il Salame di Felino, un Museo per celebrarne il successo

in Salame di Felino

Un’accurata selezione di carni suine. Controlli severi. Un taglio preciso e una lavorazione a regola d’arte, conosciuta solo dagli esperti mastri salumai. La stagionatura del Salame di Felino è lenta e tutta naturale, perché nella Val Baganza, fra le prime colline parmensi ad una manciata di chilometri dalla città, c’è tutto quel che serve per [...]

Leggi l’articolo completo →

La Coppa di Parma IGP, l’antipasto sulla bocca di tutti

in Coppa di Parma

Accanto ai più noti Prosciutto di Parma, Culatello di Zibello e Salame di Felino, la Coppa di Parma non sfigura affatto. Sarà per il suo gusto semplice e accattivante o per la qualità del prodotto, da poco tempo insignito dalla comunità europea del marchio IGP (Indicazione Geografica Protetta). La storia della Coppa di Parma affonda [...]

Leggi l’articolo completo →